Educat
CATECHISMO DEI RAGAZZI
Vi ho chiamato amici

Catechismo dei Ragazzi

Vi ho chiamato amici
Tra egoismo e solidarietà


La storia del mondo, la vita quotidiana degli uomini intorno a noi...
All’apparenza è difficile riconoscere nella realtà quotidiana il progetto originale di Dio. Non siamo stati fatti per crescere in umanità, nel rispetto e nella collaborazione? Uomini e donne, destinati al dialogo, all’incontro, all’amore?
Perché pregiudizi, discriminazioni e ingiustizie, collegate al sesso, alla razza, alla provenienza geografica, o alla cultura dell’uomo?
L’essere diversi nel colore della pelle, straniero, malato, povero o menomato, di un’altra città e un’altra regione, è spesso motivo di disprezzo e rifiuto. Anche la donna è vittima di discriminazioni.
Perché il nostro cuore è duro, colmo di egoismo e di violenza? Perché spesso ci scopriamo incapaci di superare incomprensione e divisioni? Sono domande, che da sempre l’uomo si pone.
La Bibbia, parola di Dio, ci aiuta a trovare una risposta. Dio ha creato l’uomo per la vita e per l’amore. Non viene da Dio dunque il male e la morte. Essi vengono dalla ricerca della vita fuori di Dio, abusando della libertà e rifiutando la sua amicizia.La Bibbia parla di una solidarietà nel male, che coinvolge tutta l’umanità; ogni figlio di Adamo nasce segnato dal peccato originale.
“Come a causa di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo e con il peccato la morte, così anche la morte ha raggiunto tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato” (Rm 5,12).
Ma questa non è la fine della storia dell’umanità. Anche nella salvezza esiste solidarietà. “Come per la disobbedienza di uno solo tutti sono stati costituiti peccatori, così anche per l’obbedienza di uno solo, tutti saranno costituiti giusti. Quelli che ricevono il dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo del solo Gesù Cristo” (cf Rm 5,17-19).
Il progetto di amore e di salvezza, che Dio ha iniziato all’alba dei secoli, giunge al suo compimento in Cristo Gesù.
Gesù di Nazareth è l’ideale di uomo che Dio propone a tutti.
Cristo è l’uomo nuovo
che vince il peccato
e restituisce all’uomo
la dignità perduta
e la comunione con Dio.
Alle origini del peccato dell’uomo
Con la lettura dei racconti delle origini, scritti dai sapienti di Israele, troviamo una risposta alla presenza e alla diffusione del male nel mondo.
:
L’uomo con sua moglie si nascosero dal Signore Dio.
:
Caino alzò la mano contro il fratello Abele e lo uccise.
,:
Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra.
:
Costruiamoci una città e una torre, la cui cima tocchi il cielo.
La torre di Babele,
di Pieter Bruegel
(1563)
Genesi 3,1-21Genesi 4,1-16Genesi 6,1-722Genesi 11,1-9

Catechismo dei Ragazzi
indice dei contenuti