Educat
CATECHISMO DEI RAGAZZI
Vi ho chiamato amici

Catechismo dei Ragazzi

Vi ho chiamato amici
Sei irripetibile


Le mani, gli occhi, il volto, il cuore, la mente: tutto questo sono io. Questo è il mio corpo che cresce e mi rende solidale con ogni creatura.
Posso comunicare, parlare, incontrare gli altri, conoscere il mondo, gli amici, Dio stesso, grazie al mio corpo.
Ecco l’uomo: persona unica, anima e corpo, chiamata al dialogo con Dio e con i suoi simili.
Ogni persona è inconfondibile, irripetibile nella sua originalità.
Il tuo aspetto e il tuo comportamento dicono chi sei. Il tuo nome è il nome col quale Dio stesso ti chiama e ti conosce. Prima di essere formato nel grembo materno, prima di venire alla luce, Dio ti conosce.
Per le piante e gli animali crescere e portare frutti è un processo inconsapevole e spontaneo. L’uomo invece deve imparare a conoscere se stesso e gli altri per decidere liberamente. E una grave responsabilità, ma è anche la tua dignità. Chi ti sta vicino può aiutarti con suggerimenti e consigli, ma tu solo puoi decidere e volere. Con le tue scelte devi dunque diventare quell’uomo e quella donna inconfondibili, come inconfondibile è il tuo nome davanti a Dio.
121-1r4.png
Nel disegno di Dio
ogni vita è vocazione
e ogni persona
è responsabile
della sua crescita
come della
sua salvezza.

Catechismo dei Ragazzi
indice dei contenuti