Educat
CATECHISMO DEI RAGAZZI
Sarete miei testimoni

Catechismo dei Ragazzi

Sarete miei testimoni
Testimoni di novità nel mondo


109-1r3.png
La novità di vita in Cristo risorto, di cui il dono dello Spirito nella Confermazione ci rende particolarmente partecipi, non può restare nascosta in noi: deve manifestarsi attraverso le scelte concrete e in un nuovo stile di vita.
109-2r3.png
Lo Spirito Santo fa superare ogni timore, rende forti e coraggiosi nella testimonianza, spinge ad annunciare a tutti, con la parola e le opere, che Gesù è il Signore. Così è stato per gli apostoli il giorno di Pentecoste, per i martiri che hanno dato la vita per Cristo, e per i santi, eroici nella carità e nella fede. Così è per i ragazzi che accolgono oggi la novità di Cristo.
ILLUMINATI DALLA SAPIENZA DEL VANGELO
Il Signore ci manda nel mondo e ci vuole coraggiosi, prudenti e leali. Gesù dice:
“Siate prudenti come serpenti e semplici come colombe”.
Di fronte al male impariamo a comportarci con animo semplice, senza ricambiare inganno con inganno e senza cercare vendetta, ma pronti a sostenere ciò di cui siamo convinti e a difendere chi è debole. Noi crediamo che è sempre meglio vincere il male con il bene.
È sempre giusto tenersi lontano da chi non si comporta bene e dà cattivo esempio?
Non possiamo approvare coloro che fanno il male e se ne vantano, nè dobbiamo lasciarci intimorire da loro. Perché, a volte, si sente solo la voce di chi fa il male? Forse non ci sono cristiani convinti, o forse hanno timore di parlare e di professare apertamente la loro fede?
ASSETATI DI GIUSTIZIA
Lo Spirito Santo spinge i cristiani sulla via della giustizia. Praticare la giustizia è dare a ogni persona ciò che gli è dovuto: non solo i beni materiali come il denaro, ma anche la libertà, il rispetto, l’accoglienza, l’aiuto, il sostegno, la difesa. È mettere in pratica l’insegnamento di Gesù:
“Amerai il prossimo tuo come te stesso”.
“Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro”.
110-1r3.png
NELLA FORZA DELLO SPIRITO
Ai ragazzi piace misurarsi in gare sportive e in giochi di abilità perché si veda chi è più bravo.
Il gioco e lo sport sono importanti; in essi non si misura soltanto la forza dei muscoli, ma anche l’ingegno, l’abilità e l’esperienza.
Nella vita, più ancora della forza fisica e dell’ingegno, conta la forza interiore che è dono dello Spirito Santo e insieme frutto di lungo esercizio. Essa rende capaci di essere fedeli ai propri impegni, ideali e valori, anche in mezzo alle difficoltà.
L’apostolo Paolo ci esorta:
“Fratelli, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza”.
IL CORAGGIO DELLA VERITÀ
A volte è difficile mantenere la parola data. Costa sempre riconoscere i propri torti. E più comodo cercare delle scuse, sfuggire alle proprie responsabilità. La
falsità è l’arma dei deboli. La verità è la virtù dei forti.
Sono parole di Gesù:
“Il vostro parlare sia sì, sì; no, no”.
Il coraggio di dire sempre la verità, anche quando può provocare sconfitte o delusioni, è da grandi.
E il coraggio dei martiri che sostenuti dallo Spirito hanno affermato la verità di Cristo anche a costo della vita.
110-2r3.png
111-1r3.png
LA FORZA DEL PERDONO
Saper perdonare è uno dei segni più grandi della novità di vita che il cristiano riceve in dono dallo Spirito. Perdonare significa ridar fiducia a colui che ci ha fatto torto, che è stato prepotente, che ci ha trattato male. Chi perdona non fa notizia eppure, come Gesù dall’alto della croce, è vincitore.
La parola di Gesù è così nuova che sembra persino incredibile:
“Io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l’altra!”.
LIBERI DI FRONTE AI BENI
Tutto ciò che l’uomo ha deve servire per la sua crescita e per il bene di tutti. Spesso l’uomo si dimentica di questo, sciupa le cose, diventa egoista e schiavo di ciò che possiede. Più ha e più vorrebbe avere. La temperanza è saper usare ciò che si ha nel rispetto di sé, degli altri, della natura e delle realtà create.
Ciò esige capacità di saper dominare istinti e desideri.
Lo Spirito ci aiuta a vivere la parola di Gesù:
“Non potete servire a Dio e al denaro”.
“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.
111-2r3.png
112-1r3.png
LA PREGHIERA DEI FEDELI
Nella liturgia della Confermazione, l’assemblea prega il Padre perché effonda il suo Spirito su tutto il genere umano e lo conduca a formare una sola famiglia.
Per il mondo intero:
perché tutti gli uomini,
che hanno un solo Creatore e Padre,
si riconoscano fratelli,
al di là di ogni discriminazione
e cerchino con lealtà il regno di Dio,
che è pace e gioia nello Spirito Santo,
preghiamo.
Ascoltaci o Signore!
O Dio, che hai dato lo Spirito Santo agli Apostoli,
e per mezzo di essi e dei loro successori
hai voluto trasmetterlo
a tutti i membri della tua Chiesa:
esaudisci la nostra preghiera,
e continua oggi, nella comunità dei credenti,
i prodigi che il tuo amore ha operato
agli inizi della predicazione del Vangelo.
Per Cristo nostro Signore.
Amen.
Vieni, Spirito di servizio,
edifica la tua Chiesa
nell’unità e nella pace,
perché sia solidale
con le gioie e le sofferenze
di tutti gli uomini.
112-2r3.png

Catechismo dei Ragazzi
indice dei contenuti