Educat
CATECHISMO DEI RAGAZZI
Sarete miei testimoni

Catechismo dei Ragazzi

Sarete miei testimoni
Con Abramo, Isacco e Giacobbe


11-1r3.png
Abramo è il capo stipite del popolo ebraico. Era un nomade e viveva di pastorizia nelle vaste pianure della Mesopotamia.
Un giorno si sentì chiamato da Dio. Egli lo volle come amico, lo scelse tra gli altri uomini e gli fece una promessa.
Il Signore Dio disse ad Abramo:
“Vattene dal tuo paese, dalla tua patria e dalla casa di tuo padre, verso il paese che io ti indicherò. Farò dite un grande popolo e ti benedirò, renderò grande il tuo nome e diventerai una benedizione”.
Abramo ebbe fiducia e partì secondo la parola di Dio, anche se non conosceva fino in fondo il significato della promessa ricevuta. Grazie alla fede di quest’uomo, la salvezza arriverà a tutti i popoli della terra. Dio disse ad Abramo:
“In te si diranno benedette tutte le famiglie della terra”.
Dalla moglie Sara, già avanzata in età, nacque ad Abramo il figlio Isacco.
Ad Isacco nacquero due gemelli, Esaù e Giacobbe. A Giacobbe Dio rinnovò la promessa fatta ad Abramo: “Sarai padre di un intero popolo”.
Abramo, Isacco, Giacobbe sono i Patriarchi, cioè gli antichi padri del popolo eletto.
(Leggi la storia della promessa di Dio ad Abramo in Gen 12,1-915,1-822,1-9)
Dalla discendenza di Abramo è nato Gesù, il Salvatore di tutti gli uomini.
Chi appartiene a Cristo è erede delle promesse
che Dio ha fatto ad Abramo.
(Gal 3,29)
11-2r3.png
Nella nostra vita spesso proviamo gioia, entusiasmo, voglia di incontrare tante persone, di divertirci, di parlare, di giocare. Possiamo vivere queste esperienze con superficialità; possiamo scoprire in esse una traccia che ci conduce più in profondità e suscita in noi il desiderio di una esistenza piena, di una amicizia senza condizioni.
Abramo e Sara hanno saputo leggere nella esperienza della vita i segni di una chiamata di Dio che li ha condotti a cose grandi.
La nostra vita è piena di promesse, di progetti, di aspirazioni: se sappiamo leggervi dentro in profondità, vi scopriremo che sono le promesse di Dio ad ogni uomo, perché è lui che ci ha chiamati all’esistenza, che ci vuole suoi amici, anche nelle situazioni difficili e che esigono impegno. Le sue promesse si realizzano sempre, basta avere perseveranza e fede.
La storia di Abramo, Isacco e Giacobbe ci rassicura che Dio non delude mai. Possiamo contare su di lui come nostro alleato potente.
12-1r3.png

Catechismo dei Ragazzi
indice dei contenuti