Educat
CATECHISMO DEI GIOVANI
Io ho scelto voi

Catechismo dei Giovani

Io ho scelto voi
Calpestano i più deboli


Il dono della libertà non è per coloro che pretendono di onorare Dio solo con un culto esteriore. Il Dio della libertà esige l’appassionata adesione del cuore alla sua parola ed una coerente vita di giustizia tra gli uomini.
La voce del profeta richiama a queste esigenze profonde un popolo che sta andando allo sbando, a causa di una condotta ingiusta, e che allo stesso tempo si sente stoltamente sicuro di sé, per la presenza del tempio e l’abbondare dei sacrifici esteriori.
183-1g1.png
«Aggiungete pure i vostri olocausti ai vostri sacrifici e mangiatene la carne! In verità io non parlai né diedi comandi sull’olocausto e sul sacrificio ai vostri padri, quando li feci uscire dal paese di Egitto. Ma questo comandai loro: Ascoltate la mia voce! Allora io sarò il vostro Dio e voi sarete il mio popolo; e camminate sempre sulla strada che vi prescriverò, perché siate felici»
L’ascolto della parola di Dio deve condurre ad una mentalità e ad un comportamento di vita, nei quali siano rispettate le libertà fondamentali del prossimo e particolarmente i diritti dei più deboli. Solo così si salva un’esistenza nella libertà.
E serve a niente cercare di accaparrarsi Dio con false invocazioni, quando poi viene calpestata la vita dei poveri (Geremia 7,3-10).

Catechismo dei Giovani
indice dei contenuti