Educat
CATECHISMO DEI FANCIULLI
Venite con me

Catechismo dei Fanciulli

Venite con me
Sia fatta la tua volontà


Noi conosciamo veramente una persona nel momento della prova. Allora appaiono chiaramente i suoi sentimenti, le sue intenzioni, la sua forza d’animo e il suo amore. Così conosciamo Gesù: tutta la sua vita si illumina per noi al momento della morte. Con grande amore leggiamo nei vangeli gli avvenimenti della passione, morte e risurrezione di Gesù.
Anche per noi risuona l’invito del Signore:
«Chi vuole essere mio discepolo,
prenda la sua croce
ogni giorno e mi segua».
Leggi il
Uscito se ne andò, come al solito,
al monte degli Ulivi;
anche i discepoli lo seguirono.
Giunto sul luogo, disse loro:
«Pregate,
per non entrare in tentazione».
Poi si allontanò da loro
quasi un tiro di sasso
e inginocchiatosi, pregava:
«Padre, se vuoi,
allontana da me questo calice!
Tuttavia non sia fatta la mia,
ma la tua volontà».
Gli apparve allora
un angelo dal cielo a confortarlo.
In preda all’angoscia,
pregava più intensamente:
e il suo sudore diventò
come gocce di sangue
che cadevano a terra.
Poi, rialzatosi dalla preghiera,
andò dai discepoli
e li trovò che dormivano
per la tristezza.
E disse loro:
«Perché dormite? Alzatevi e pregate,
per non entrare in tentazione».
Gesù si è fatto obbediente
fino alla morte
e alla morte di croce.
Tu dunque sei il Figlio di Dio?
Ed ecco una turba di gente;
li precedeva Giuda,
uno dei Dodici,
e si accostò a Gesù per baciarlo.
Gesù gli disse: «Giuda, con un bacio
tradisci il Figlio dell’uomo?».
Allora quelli lo presero,
lo condussero via
e lo fecero entrare
nella casa del sommo sacerdote.
Appena fu giorno, si riunì
il consiglio degli anziani del popolo,
con i sommi sacerdoti e gli scribi.
Essi interrogavano Gesù:
«Tu dunque sei il Figlio di Dio?».
Ed egli disse loro:
«Lo dite voi stessi: io lo sono».
Tutta l’assemblea si alzò,
lo condussero da Pilato
e cominciarono ad accusarlo.
Pilato dopo averlo interrogato disse:
«Non ho trovato in lui nessuna colpa.
Egli non ha fatto nulla
che meriti la morte».
Essi però insistevano a gran voce
che venisse crocifisso;
e le loro grida crescevano.
Pilato allora decise
che la loro richiesta fosse eseguita
e abbandonò Gesù alla loro volontà.
Il volto di Gesù sofferente è simile
al volto di tutti coloro che soffrono.
Vangelo di Luca 9,23-25Vangelo di Luca 22,39-46
102-1r2.png
Padre, perdonali
Mentre lo conducevano via,
presero un certo Simone di Cirene
che veniva dalla campagna
e gli misero addosso la croce
da portare dietro a Gesù.
Venivano condotti insieme con lui
anche due malfattori
per essere giustiziati.
Quando giunsero
al luogo detto Cranio,
là crocifissero lui e i due malfattori,
uno a destra e l’altro a sinistra.
Gesù diceva: «Padre, perdonali,
perché non sanno quello che fanno».
C’era anche una scritta,
sopra il suo capo:
Questi è il re dei Giudei.
Uno dei malfattori
appesi alla croce lo insultava.
L’altro invece lo pregava:
«Gesù, ricordati di me
quando entrerai nel tuo regno».
Gli rispose:
«In verità ti dico,
oggi sarai con me nel paradiso».
Leggi il
Ecco il figlio dell’uomo,
ecco il Figlio di Dio:
Gesù sulla croce!
Vicino a lui, c’è Maria
la sua Madre addolorata.
Stavano presso la croce di Gesù
sua madre, la sorella di sua madre,
Maria di Clèofa e Maria Maddalena.
Gesù allora, vedendo la madre
e lì accanto a lei
il discepolo che amava,
disse alla madre:
«Donna, ecco il tuo figlio!»
Poi disse al discepolo:
«Ecco la tua madre!».
E da quel momento il discepolo
la prese nella sua casa.
Era verso mezzogiorno,
quando il sole si eclissò
e si fece buio su tutta la terra
fino alle tre del pomeriggio.
Il velo del tempio
si squarciò nel mezzo.
Gesù, gridando a gran voce, disse:
«Padre, nelle tue mani
consegno il mio spirito».
Detto questo spirò.
Sotto la tua protezione
troviamo rifugio, santa Madre di Dio.
Soccorrici nel momento della prova
e mostrati madre nostra, o Maria.
Vangelo di Luca 23,26-43
104-1r2.png

Catechismo dei Fanciulli
indice dei contenuti