Educat
CATECHISMO DEI FANCIULLI
Venite con me

Catechismo dei Fanciulli

Venite con me
La giornata di Levi


Gli ebrei, al tempo di Gesù, dovevano pagare le imposte all’imperatore di Roma. Le immagini dell’imperatore erano impresse nelle monete e ricordavano loro che non erano un popolo libero. Nelle piazze, dove si svolgeva il mercato sedevano al banco gli esattori che riscuotevano le tasse. La gente li disprezzava e diceva che rubavano.
12-1r2.png
Un giorno Gesù uscì
e vide un pubblicano di nome Levi
seduto al banco delle imposte e gli disse:
«Seguimi!».
Egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì.
Poi Levi gli preparò
un grande banchetto
nella sua casa.
C’era una folla di pubblicani
e d’altra gente seduta con loro a tavola.
I farisei e i loro scribi mormoravano
e dicevano ai suoi discepoli:
«Perché mangiate e bevete
con i pubblicani e i peccatori?».
Gesù rispose:
«Non sono i sani
che hanno bisogno del medico,
ma i malati;
io non sono venuto a chiamare i giusti,
ma i peccatori a convertirsi».
Gesù non fa preferenze tra le persone. Egli vede nel cuore di ciascuno e sceglie i suoi amici anche tra coloro che la gente disprezza.

Catechismo dei Fanciulli
indice dei contenuti